Schifanoia e Francesco del Cossa. L'oro degli Estensi

04 Giugno 2020

Torna a splendere Palazzo Schifanoia. Dopo il necessario restauro architettonico post sisma, dal 2 giugno riapre parzialmente l’antica delizia degli Este, un luogo magico che ha accompagnato i fasti della dinastia e affascinato per secoli i suoi visitatori.
Il cuore dell’edificio, il sontuoso Salone dei Mesi e gli appartamenti del duca Borso, offriranno una nuova esperienza di visita immersiva ed emozionale. Gli ambienti storici dialogheranno con l’esposizione Schifanoia e Francesco del Cossa. L’oro degli Estensi (2 giugno – 13 settembre 2020), una raccolta di opere di pertinenza dei Musei di Arte Antica connesse alla figura di Borso e una significativa selezione di “ospiti” legati all’Officina ferrarese. Un viaggio tra le medaglie di Pisanello, le sculture di Domenico di Paris e di Guido Mazzoni, i colori dei miniatori estensi e dei pittori attivi nel – o influenzati dal – Salone dei Mesi, in confronto serrato con il protagonista di questo straordinario capolavoro: Francesco del Cossa (c. 1430-1478).

Palazzo Schifanoia riapre al pubblico attivando tutte le misure di prevenzione per il contrasto alla diffusione del Covid-19: l’ingresso al museo è contingentato e sarà consentito ad un massimo di 15 visitatori ogni 30 minuti.
La prenotazione è fortemente consigliata