Liminal: una mostra fotografica al Mambo dedicata ai giovanissimi

15 Ottobre 2020

Si chiama Liminal la mostra fotografica di Francesca Cesari inaugurata al Mambo lo scorso 8 ottobre, che sarà possibile visitare fino al 31 gennaio: il titolo richiama la parola latina limen  che significa “soglia”, un confine che segna il passaggio tra due diversi spazi.
Il progetto fotografico infatti si propone di scoprire quella fase della crescita, tra gli 11 e i 14 anni, in bilico tra la tarda infanzia e l’adolescenza, un’età che non ha nemmeno un nome proprio e che però porta all’elaborazione della identità di ciascuno.
La fotografa ha ritratto ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, all’interno della loro casa, per metterli più a loro agio, in una posa lunga e rallentata: soggetti che stanno raggiungendo una crescente autonomia, che stanno scoprendo il proprio io, che resta tuttavia ancora enigmatico.

La sua ricerca artistica è infatti incentrata sulle persone, sulle relazioni umane e i passaggi fondamentali dell’esistenza.  Finalista al Portraits – Hellerau Photography Award 2018, al Photovisa 2018 e al Kuala Lumpur International Photoaward 2018, Francesca Cesari ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Tokyo International Foto Awards (TIFA), l’International Photography Awards (IPA) e il Julia Margaret Cameron Award

L’autrice durante la presentazione ha raccontato che “Il progetto è nato ormai cinque anni fa, si tratta di progetti a lungo termine che porto avanti con passo cadenzato. Lavoro soprattutto con il ritratto: in questo lavoro affronto i temi della famiglia, della crescita, delle relazioni, delle somiglianze tra gli esseri umani. Quando mio figlio era in terza elementare fui “requisita” per la foto di classe. Decidemmo di fare un annuario: oltre alle foto di classe facemmo dunque ritratti singoli. Fu allora che notai quanta differenza c’era tra i bambini di terza e quelli di quinta elementare. Mi colpisce nei ragazzi che ho ritratto questo loro essere indefiniti: essere ancora dei bambini, ma avere già delle anticipazioni dell’adolescenza”.

Organizzata con la curatela del Dipartimento educativo MAMbo, la mostra è arricchita da un calendario di proposte rivolte alle scuole e all’utenza libera di bambini, ragazzi e famiglie con laboratori in presenza, a scuola o videolezioni, per favorire il più possibile l’adesione delle classi anche nell’ambito dell’emergenza Covid-19.

L’ingresso alla è mostra è gratuito nel rispetto dei limiti di capienza consentiti dalle norme anti Covid-19: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì h 14.00–18.30; sabato e domenica h 11.00–18.30; lunedì chiuso.

Per maggiori informazioni:

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna
via Don Minzoni 14 | 40121
Bologna Tel. +39 051 6496611
www.mambo-bologna.org
info@mambo-bologna.org