La Regione Emilia-Romagna entra nella Fondazione che gestisce il Museo Nazionale dell'Ebraismo di Ferrara

12 Marzo 2021

La Giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha approvato nel corso dell’ultima seduta una proposta di legge che ora approderà nell’aula dell’Assemblea legislativa. Si tratta di un provvedimento normativo composito che riguarda Interventi nei settori della cultura e della memoria del Novecento. Partecipazione alla Fondazione Museo Nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah.

La Regione si andrà ad affiancare al Ministero della Cultura, al Comune di Ferrara, a Cdec (Fondazione centro di documentazione ebraica contemporanea) e all’Ucei (Unione delle comunità ebraiche italiane), i soggetti che attualmente partecipano alla Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della ShoahIl museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah di Ferrara ha lo scopo di far conoscere la storia, il pensiero e la cultura dell’ebraismo italiano, riconoscendo e valorizzando l’eccezionale continuità di un percorso ininterrotto benché scarsamente conosciuto, in cui gli ebrei hanno portato alla storia e al tessuto del Paese le proprie tradizioni e un fondamentale contributo culturale, tra periodi di convivenza e interazioni feconde, e altri di persecuzioni, cominciate dalla chiusura nei ghetti e culminate nella tragedia della Shoah.

Il museo può promuovere attività didattiche, organizzare manifestazioni, incontri nazionali ed internazionali, convegni, mostre permanenti e temporanee, proiezioni di film e di spettacoli sui temi della pace e della fratellanza tra i popoli e dell’incontro tra culture e religioni diverse. La legge istitutiva, inoltre, stabilisce che un reparto del Meis sia dedicato alle testimonianze delle persecuzioni razziali ed alla Shoah in Italia.

La nuova norma regionale autorizza la Regione alla partecipazione alla fondazione e concede a quest’ultima un contributo annuale in una unica soluzione, il cui importo verrà stabilito nell’ambito delle disponibilità dalla legge di bilancio. Il presidente della Giunta designa il rappresentante della Regione nella Fondazione.