Dal 5 all'11 dicembre 2020 torna la Giornata del Contemporaneo con una formula mista on e offline

26 Novembre 2020

Si terrà da sabato 5 dicembre a venerdì 11 la sedicesima edizione della Giornata del Contemporaneo, la manifestazione promossa da AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani dedicata all’arte contemporanea.

Si tratterà di un’edizione diversa per l’emergenza pandemica, che oltre a far slittare la data della manifestazione da ottobre a dicembre, ha imposto la scelta di adottare un formato con proposte online e offline: se sarà possibile infatti i musei aderenti il 5 dicembre apriranno gratuitamente i loro spazi, seppure in forma contingentata. Grazie anche alla collaborazione con MiBACT e MAECI  (ministero della cultura e ministero degli esteri) è cresciuta la rete di cooperazione con le realtà istituzionali che divulgano e sostengono l’arte contemporanea italiana all’estero: hanno infatti aderito alla campagna di comunicazione #giornatadelcontemporaneo di più di 500 realtà.

Dal 5 all’11 dicembre 2020 tutti i progetti saranno disponibili sul sito web www.giornatadelcontemporaneo.org. Per partecipare è sufficiente scrivere ad AMACI all’indirizzo giornatadelcontemporaneo@amaci.org per ricevere un social pack (con visual e pdf di spiegazione) con il quale promuovere le iniziative, comunicare la partecipazione e aderire alla Giornata del Contemporaneo utilizzando la grafica istituzionale.

Saranno disponibili i progetti digitali proposti dai Musei AMACI, i video della rete dei Luoghi del Contemporaneo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT, l’elenco di tutte le attività organizzate dalla rete estera del MAECI.

La Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT ha infatti realizzato ‘pillole video’ che racconteranno gli spazi, le mostre, le iniziative e tanto altro ancora. I contributi saranno visibili nel canale YouTube della DGCC, nella playlist dedicata alla Giornata del Contemporaneo.

La creatività italiana fuori dai confini nazionali sarà invece promossa dalla Giornata del Contemporaneo – Italian Contemporary Art: ambasciate, consolati e istituti italiani di cultura all’estero organizzeranno nelle modalità consentite dibattiti, conferenze, mostre e attività di valorizzazione dell’arte e della cultura italiana contemporanea. Lunghissima la lista dei partecipanti, dal Vietnam all’Etiopia, dagli Stati Uniti ad Israele, senza ovviamente dimenticare l’Europa.

La rete estera MAECI coinvolgerà alcuni dei Direttori e Curatori dei Musei AMACI con incontri dedicati: Lorenzo Balbi, Direttore del MAMbo dialogherà con il Direttore dell’IIC di Praga; Elisabetta Barisoni, Responsabile di Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Modena interverrà con il Direttore dell’IIC di Abu Dhabi in un incontro che vedrà coinvolta anche l’artista Paola Angelini; Cristiana Perrella, Direttrice del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato si confronterà con il Direttore dell’IIC di Toronto; Luigi Fassi, Direttore del MAN di Nuoro, sarà protagonista di una tavola rotonda organizzata dall’IIC di Lisbona. Per l’occasione saranno inoltre proposti webinar con gli artisti censiti nel secondo volume de I Quaderni della CollezioneElisa Giardina Papa converserà con la Direttrice dell’IIC di San Francisco; Martina Menegon con il Direttore dell’IIC di Vienna; Formafantasma con il Direttore dell’IIC di Amsterdam; Danilo Correale con il Direttore dell’IIC di Washington.

L’identità della manifestazione è affidata a un mosaico digitale composto dalle opere di 20 artisti, proposti da altrettanti musei AMACI: un richiamo diretto a una pluralità, a quel senso di comunità che ha caratterizzato il lavoro di tanti musei nel difficile contesto del lock-down e che continua a essere perno centrale delle loro attività per superare ostacoli e difficoltà dovuti a restrizioni e nuove regole.

Anche quest’anno la Giornata del Contemporaneo si avvale del sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT, della collaborazione della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del MAECI e del patrocinio di Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Camera dei Deputati, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, UPI – Unione Province d’Italia, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e ICOM Italia.