Apre il MuMAB - Museo Mare Antico e Biodiversità

03 Settembre 2020

A Salsomaggiore Terme, in località San Nicomede, da sabato 5 settembre 2020 apre il MuMAB – Museo Mare Antico e Biodiversità. In una forma moderna, tecnologicamente avanzata e accattivante, è riproposto il ricco patrimonio di reperti fossili e geopaleontologici – tra più importanti in Emilia-Romagna –  già presenti nel museo Mare Antico, allestito precedentemente al palazzo dei Congressi di Salso, arricchito con nuove istallazioni multimediali e una sezione dedicata alla natura protetta del fiume Stirone.

Il nuovo edificio realizzato dal Comune di Salso per ospitare i reperti fossiliferi va così ad integrarsi funzionalmente con l’allestimento della sezione naturalistica curata dall’Ente Parchi nell’ex stalla della casa colonica che ora ospita i materiali, rimodernati e arricchiti, dell’ex centro visite naturalistico del Parco dello Stirone presente a Scipione Ponte.

E’ un viaggio nel tempo quello che i visitatori compiranno nel nuovo museo, un viaggio emozionale che li porterà a scoprire e vedere l’evoluzione del nostro pianata nel corso di milioni di anni e capire meglio l’origine “marina” dei sedimenti e dei fossili che oggi caratterizzano la zona dello Stirone e Piacenziano.

Un viaggio piacevole e immersivo, con una narrazione adatta anche ai più piccoli, che porta fino all’avvento dell’uomo, alla storia dell’utilizzo del sale e agli attuali equilibri naturalistici degli ecosistemi fluviali dello Stirone e del ricco e delicato universo di biodiversità che lo caratterizza.

il progetto è stato finanziato da Regione Emilia-Romagna, Ente Parchi e Comune per circa un milione e trecento mila euro.