Alfonso Lombardi: il colore e il rilievo

15 Aprile 2020

L’anno delle celebrazioni per il cinquecentenario della morte di Raffaello offre l’occasione di ricordare a Bologna Alfonso Lombardi (Ferrara 1497 ca. – Bologna 1537), abile plasticatore nel solco della tradizione padana rinnovatasi alla luce della diffusione dello stile dell’Urbinate a nord degli Appennini. La fama sovranazionale dello scultore, attestata dalla Vita che gli dedicò Giorgio Vasari, emerge della rete di relazioni da lui intrattenute con i potenti del momento, come il duca di Mantova Federico II Gonzaga, il re di Francia Francesco I, il cardinale Ippolito de’ Medici e l’imperatore Carlo V. La mostra Alfonso Lombardi il colore e il rilievo“, a cura di Alessandra Giannotti e Marcello Calogero, racconta in quattro sezioni il breve ma fulgido percorso dello scultore ferrarese in Emilia. In questo periodo di chiusura a causa delle restrizioni derivate dalla necessità del contenimento del coronavirus, la Pinacoteca Nazionale di Bologna mette a disposizione un video di presentazione della mostra che è possibile visionare sul canale youtube al seguente link:

Alfonso Lombardi il colore e il rilievo