Acquisite dalla Regione Emilia-Romagna 36 opere d’arte contemporanea

28 Dicembre 2020

Sono 36 le opere vincitrici del bando, lanciato dall’assessorato alla cultura e paesaggio della Regione Emilia-Romagna per sostenere e promuove l’arte contemporanea. Le produzioni acquisite incrementeranno il patrimonio artistico emiliano-romagnolo.

Complessivamente sono state presentate 241 candidature, dal 18 ottobre al 10 novembre, da artisti singoli e da collettivi, sia italiani che stranieri, attivi sul territorio regionale. Alla giuria incaricata delle selezioni sono state sottoposte opere di pittura, disegno, scultura, fotografia e videoarte. Un’attenzione particolare è stata rivolta agli artisti giovani e agli emergenti, con tre quarti delle acquisizioni riservate a opere di autori con meno di 40 anni. Per il 2020 sono stati assegnati premi-acquisto dell’importo di 4.950 euro ciascuno, al netto delle imposte di legge.

Mauro Felicori, assessore regionale alla cultura e paesaggio, afferma che in questo modo la Regione, per fare fronte all’emergenza causata dall’epidemia, ha voluto sostenere tra gli altri il settore delle arti visive, particolarmente colpito a causa della chiusura temporanea delle gallerie d’arte e dalla sospensione e annullamento delle fiere e delle mostre. “In particolare, abbiamo rivolto l’attenzione ai giovani artisti che operano nel territorio regionale. Questo bando rappresenta uno sforzo ulteriore e complementare al lavoro che il Ministero per i Beni Culturali già svolge, attraverso il piano per l’arte contemporanea, a sostegno di linguaggi artistici che possono considerarsi a pieno titolo forme di innovazione”. L’assessore ha inoltre sottolineato come l’arte contemporanea sposi non di rado tecniche di produzione tradizionali e nuove tecnologie, sia in grado di praticare la più larga convergenza delle discipline artistiche, essendo un linguaggio del presente che guarda al futuro.

Tre i giurati incaricati della valutazione: la vicedirettrice artistica di Arte Fiera, Gloria Bartoli; Walter Guadagnini, direttore di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia di Torino e direttore artistico di Fotografia Europea; Marco Pierini, direttore della Galleria nazionale dell’Umbria e Direzione Regionale Musei Umbria.

La valutazione delle 211 opere ritenute effettivamente candidabili si è svolta in poco più di un mese, con incontri online e condivisione di materiali su piattaforma.

L’iniziativa punta a sostenere i linguaggi del contemporaneo attraverso l’acquisizione di produzioni cui la Regione si impegna ad assicurare visibilità e ampia fruizione, secondo modalità diverse. Le opere andranno a incrementare una collezione d’arte di proprietà della Regione Emilia-Romagna, formatasi nei decenni precedenti. Saranno disponibili attraverso la digitalizzazione, con esposizioni in spazi aperti al pubblico nelle sedi regionali, attraverso eventi o anche con concessioni ad altre istituzioni pubbliche, che garantiscano analoghe modalità di utilizzo.

L’età degli artisti candidati è risultata compresa tra i 28 e i 60 anni, con una netta prevalenza della fascia 30-45 anni. Delle 211 candidature valutate, 103 sono state presentate da artisti under 40, dei quali 87 da parte di donne e 124 da uomini. I collettivi candidati sono stati quattro.
Rappresentate tutte le province emiliano-romagnole. La maggior parte dei candidati è risultata residente a Bologna che, insieme a Ravenna e al distretto ceramico romagnolo, è anche la città di formazione di molti degli artisti in corsa. Tra i candidati, anche alcuni provenienti o residenti in altre regioni italiane o all’estero, sebbene fortemente legati a esperienze artistiche del territorio.

Il premio-acquisto è stato assegnato a 15 opere di fotografia, 6 di scultura, 5 di pittura, due di disegno, quattro di tecnica mista e quattro opere di videoarte, per un totale di 36 creazioni originali realizzate da altrettanti artisti. L’assegnazione di un premio-acquisto di opere fotografiche è attualmente sospesa e subordinata al completamento della documentazione richiesta.

Gli artisti aggiudicatari del premio-acquisto

Under 40

  • Stefano Bazzano “Brand Equity” (serie)
    fotografia
  • Ruth Beraha “Run Home (self-portrait)”
    scultura
  • Paolo Bufalini “Mail – Proposal”
    scultura
  • Rudy Cremonini “Outskirt”
    pittura
  • Giulia Dall’Olio “Opera n. 189”
    disegno
  • Giulia Dari “Gebirgskrieg – entre MazonYBasarrate – War”
    fotografia
  • Irene Fenara “Supervision”
    fotografia
  • Niccolò Morgan Gandolfi “Scollinare-60 fotografie c print”
    fotografia
  • Collettivo Garaffoni Ambroni Rossi “Cassandra. Il diritto di parlare”
    fotografia
  • Silvia Infranco “Kenotipia 2020”
    pittura
  • Rachele Maistrello “Performing Green Diamond”
    videoarte
  • Luca Massaro “Milano, Messico – Los Angeles”
    fotografia
  • Elena Mazzi “Muse”
    videoarte
  • Nicola Melinelli “Senza titolo 1”
    pittura
  • Gabriele Micalizzi “Stamina (serie)” (premio sospeso in attesa di documentazione necessaria)
    fotografia
  • Luca Monterastelli “In the twilight, than we will rest”
    scultura
  • Francis Offman “Opera n.10-ph 20201 – Opera n.7-ph 20501”
    pittura
  • Alessandro Neretti “One bicycle wheel: we go for disaster”
    scultura
  • Mattia Pajè “Per evitare perturbazioni”
    disegno (dittico)
  • Collettivo PetriPaselli “Il giardino delle vergini immacolate”
    scultura
  • Nazzarena Poli Maramotti “Falò”
    pittura
  • Giulia Poppi “Untitled photo”
    fotografia
  • Luca Santese “The distant gaze – Raised first – Proudness”
    fotografia
  • Marcello Spada “Ommestal”
    scultura
  • Davide Trabucco “Confòrmi”
    fotografia
  • Jacopo Valentini “A triptych from the series Vis montium”
    fotografia
  • Emilio Vavarella “The Sicilian Family”
    fotografia

Over 40

  • Riccardo Baruzzi “Quadro sonoro”
    videoarte
  • Silvia Camporesi “La Nave, Genga – Ex caserma, San Sepolcro”
    fotografia
  • Cristian Chironi “Car project – V 3392 Fiat 127 special-Camaleonte”
    quadro-fotografia
  • Adelaide Cioni “Ab Ovo. Green Alga, 2020”
    tecnica mista
  • Collettivo ZiimmerFrei “Panorama Bologna”
    videoarte
  • Marco Di Giovanni “Egg”
    scultura-tecnica mista
  • Claudia Losi “Why look at animals – Windy grass”
    tecnica mista
  • Andrea Salvatori “Balena”
    scultura ceramica
  • Davide Tranchina “Crossing skyline #1-Crossing skyline #2”
    fotografia