Torna alla ricerca

Colloqui sul Guercino e la sua scuola

Incontro curato da Daniele Benati, docente di storia dell’arte dell’Università di Bologna e prevede gli interventi di Lorenzo Lorenzini, Direttore dei Musei civici di Cento, Barbara Ghelfi, docente dell’Università di Bologna, David Stone, docente dell’Università di Delaware (USA) e degli storici dell’arte Enrico Ghezzi e Pasquale Stenta.

Dopo le esperienze giovanili modenesi e bolognesi, il Guercino ritorna a Cento, dove nel 1607 comincia a frequentare la Bottega storica di Benedetto Gennari. Qui conosce i figli di Benedetto, Ercole e Bartolomeo e il loro cugino Lorenzo, tutti qualificati pittori. Il suo inserimento in questo contesto fu talmente fertile che alla morte di Benedetto, nel 1610, ne assunse la direzione.

Da questo momento nasce la Bottega del Guercino, frequentata da un notevole numero di artisti, da alcuni saltuariamente, da altri in modo continuativo, che nelle opere evidenziano non solo quanto appreso dagli insegnamenti del maestro ma anche le caratteristiche di un’autonoma espressione artistica. La conferenza indagherà tutti gli aspetti della loro ricca personalità artistica, mettendo in luce l’apporto significativo che hanno prestato al panorama artistico locale e, in taluni casi, anche internazionale.

La conferenza si configura anche come un prezioso percorso propedeutico al prossimo allestimento museale provvisorio programmato all’interno della Pinacoteca San Lorenzo, curato dal Comune di Cento, Centro Studi Internazionale Il Guercino e CMV Servizi , che esporrà una trentina di opere di Guercino e della sua scuola.

Cosa
Quando